Amazon

lunedì 5 giugno 2017

Io dormo da sola - Recensione

Trama
Mattia Russo è un giovane architetto alle prese con la ristrutturazione di un’antica villa nelle vicinanze di Iglesias, in Sardegna. Poco prima dell’inizio dei lavori, un operaio gli consegna un oggetto trovato nella stalla della casa, e avvolto in una stoffa porpora. Si tratta del diario di Emma, una donna vissuta proprio in quella villa, in un periodo che all’inizio Mattia non riesce bene a decifrare. Chiuso nella sua stanza d’albergo, comincia a leggere quelle pagine così intense e appassionate, catturato dalle vicende di una donna bellissima, ribelle, innamorata della vita eppure costretta da altri a un destino che mai si sarebbe aspettata. Un matrimonio con un uomo autoritario e insensibile l’ha relegata tra quelle mura e le impedisce di vivere come vorrebbe. Ma Emma è tenace e ostinata e non può rinunciare alla sua libertà… Ammaliato e stregato dai suoi racconti, Mattia si perde tra le pieghe della sua storia, fatta di tradimenti, bugie, segreti, fin quasi a non distinguere più presente e passato.


                                                                        Recensione 


Trovare questo libro mi è costato mesi di ricerche su siti di libri usati o in scambio. A dire la verità non gli avrei dato un euro, perciò non volevo comprarlo nuovo. Non trovandolo alla fine ho dovuto comunque ordinarlo da internet. Ammetto che per la recensione di questa lettura sono molto, molto, molto di parte: io vivo nella città dove si svolgono i fatti, perciò mi sono completamente immersa in questa storia fenomenale. 

Inizialmente non si capisce, ma le vicende che Mattia, un architetto di Gaeta che sta ristrutturando una vecchia villa sul mare a mezz'ora da Iglesias (credo dalla descrizione che si trovi nella zona di di Portoscuso) sta leggendo su un vecchio diario manoscritto, si svolgono nel dopoguerra. Mattia appunto si catapulta completamente nelle vicende narrate in questo diario da Emma, una giovane ragazza che adora le cose da uomini: guidare, cavalcare e indossare i pantaloni. 
Emma sarà presto costretta a sposare un uomo che in seguito odierà con tutta sé stessa: Antoi, uno dei proprietari terrieri più ricchi della Sardegna. 

A lungo andare Emma, capisce che quella casa, Villa Amelia, nasconde un'infinità di segreti, così come ne nascondono i suoi abitanti. Sarà un susseguirsi di amori, tradimenti, segreti, intrighi e di volta in volta anche violenza, purtroppo di ogni sorta, anche sulla pelle della nostra bella protagonista. 

I personaggi sono ben descritti, mentre leggevo riuscivo a immaginarmi perfettamente il volto olivastro di Antoi in contrasto con i suoi occhi ghiacciati. O il viso scavato di Amelia, sua madre. Oppure ancora le mani di Emma che tremano per la gelosia nei confronti di Matteo, un servo della famiglia di cui lei si innamora. Ma anche i luoghi sono descritti alla perfezione, e credetemi, perché io ci vivo! 

Asia Stella in "Io dormo da sola" è riuscita a descrivere Iglesias in autunno come nemmeno io riuscirei a fare, e questa cosa mi ha colpito tantissimo. Oppure anche le descrizioni della spiaggia. Non ho avuto problemi ad immaginarmi il tratto di strada per andare a visitare il Castello Salvaterra. Lo ripeto, sono di parte. Ma mi sento davvero di consigliare questo libro agli amanti anche del genere giallo. Il diario di Emma racconta di così tanti segreti da svelare, che credetemi, non ve ne pentirete! I colpi di scena non mancano mai e a volte, niente è quel che sembra! 

Una sola cosa mi ha dato dispiacere: peccato non sia una storia vera. C'è una pagina con la data del mio compleanno e non ho potuto fare a meno di pensare: "Chissà se quel giorno ho incontrato Mattia in città!". 

Potete trovare questo libro su Amazon a soli €8.42


2 commenti:

  1. Sono Salvatore Paci, uno dei due autori de "Io dormo da sola" (Asia Stella è uno pseudonimo). Grazie mille per la tua meravigliosa recensione.
    www.salvatorepaci.com
    www.facebook.come/salvatore.paci

    RispondiElimina
  2. Mi spiace, non sapevo che fosse uno pseudonimo. Mi sono da subito interessata al libro per la curiosità di leggere della mia terra! Grazie a lei di aver lasciato un commento!

    RispondiElimina